Tirocini – stage

La Biblioteca Statale di Cremona offre a studenti universitari e di scuola media di secondo grado la possibilità di svolgere tirocini curricolari, stages  e alternanza scuola-lavoro nella propria sede sotto la guida del personale bibliotecario.

Tale periodo può rappresentare un’occasione irripetibile per lo studente, che potrà così:

–       mettere a frutto le conoscenze acquisite nel proprio programma di studi;

–       fare esperienza del funzionamento di una biblioteca di dimensioni medio-grandi;

–       acquisire cognizioni in campo bibliografico, biblioteconomico, bibliologico e paleografico;

–       muovere i primi passi in un ambiente professionale;

–       apprendere alcune strategie di comunicazione con i lettori;

–       partecipare alla progettazione, realizzazione ed erogazione di un servizio al pubblico.

Le modalità, la durata e le attività oggetto del tirocinio/stage variano in funzione delle esigenze formative dello studente e dell’istituto scolastico/universitario di provenienza.

La Biblioteca Statale ha già stipulato convenzioni con le Università Statali di Milano, Pavia e Parma; è inoltre disponibile ad attivarne altre su richiesta degli interessati. Ha inoltre maturato rapporti di collaborazioni con i principali Istituti di Istruzione Superiore del territorio per i progetti di alternanza scuola-lavoro. Ospita infine volontari del Servizio Civile Universale nell’ambito di progetti realizzati in collaborazione con il Comune di Cremona.

Chi intende effettuare un tirocinio/stage presso la Biblioteca Statale deve, in accordo con il tutor dell’Istituto di provenienza, prendere contatti con la Direzione della Biblioteca al fine di:

– verificare l’esistenza di una convenzione in atto tra i due enti;

– elaborare un progetto di tirocinio/stage, concordato fra studente, Biblioteca e Istituto di provenienza.

Volontariato

Il volontariato in biblioteca è regolato dalla legge quadro n° 266/91 sul volontariato, convertita nella legge n° 433/92; essa ne sottolinea il valore, come espressione di “partecipazione, solidarietà e pluralismo e ne favorisce l’apporto originale per il conseguimento delle finalità di carattere sociale civile e culturale individuale dello Stato”.

Chi volesse prestare attività di volontariato in Biblioteca può fissare un colloquio con la Direzione, allo scopo di:

–       presentare le proprie competenze ed esperienze professionali maturate;

–       individuare gli ambiti e i servizi in cui essere impiegato.

A seguito di accettazione della proposta di volontariato da parte della Direzione, egli potrà vedere formalizzata la propria posizione, anche mediante l’attivazione delle necessarie coperture assicurative.

Le attività di volontariato sono svolte a titolo gratuito.

Per informazioni:

Biblioteca Statale di Cremona – Direzione: bs-cr@beniculturali.it